NON SOTTOVALUTARE LA QUALITÀ DELLO YOGA

Come scegliere il giusto percorso valutandone il valore.

 

 

Vorrei risparmiarti spiacevoli inconvenienti come:

  • perdere di vista il vero Valore dello Yoga;
  • illuderti con obiettivi poco realistici.

Oltre al rischio di:

  • spreco di tempo prezioso;
  • farti male.

Questo è sicuramente l’articolo più impegnativo che ho scritto fino ad oggi perché riguarda una questione di vitale importanza:

 

qual è il valore che dobbiamo dare allo Yoga?

 

La pratica e l’insegnamento dello Yoga dovrebbero andare di pari passo, perché è un’arte che richiede esperienza diretta e prolungata prima di essere proposta agli altri, ma purtroppo non sempre è così.

L’insegnamento è una attività di grande importanza su tutti i livelli perché, da questo approccio, si percepirà il vero valore di quello che si impara.

Sinceramente non ho mai avuto interesse nell’insegnamento dello Yoga.

“Ma come?” ti chiederai (giustamente) tu.

Più di 20 anni fa, alcuni amici che mi vedevano praticare l’Hatha Yoga da solo (con molto impegno) mi chiesero di cominciare ad insegnarglielo perché poteva essere utile a loro e ad altri. 

Così mi trovai (non da subito) ad intraprendere questa nuova attività e cominciai a seguire delle piccole classi di persone che volevano imparare questa antica disciplina evolutiva che arriva dalla Madre India. 

E da lì compresi l’importanza del percorso che avrei seguito.

Le lezioni si fecero sempre più delineate e mirate al raggiungimento dell’obiettivo che mi ero posto:

 

tramandare ai miei allievi un’alta qualità dell’insegnamento

 

Ci tengo a sottolinearlo perché è una delle idee su cui ho fondato Ganapati scuola di Yoga.

Nel 2006 ho incontrato quello che tutt’ora è il mio Maestro di Yoga, Walter Thirak Ruta.

L’insegnamento che ognuno poteva trarre era:

 

Il valore aggiunto di un bravo insegnante è proprio insegnare ciò che si è piuttosto di ciò che si è imparato. 

 

E’ una grande responsabilità essere di fronte a delle persone e rimanere te stesso, senza fingere, senza fare la parte del Maestro, parola importante ma pesante da sentirsi addosso. 

Li sei nudo, sei giudicato, tutti si aspettano grandi cose da te, grandi soluzioni, e lì deve scattare qualcosa, altrimenti quello che proponi sarà senza gusto, senza Valore, senza Anima.

 

La peggiore cosa per un insegnante è non metterci l’Anima!

 

Dal luogo in cui ti trovi puoi veramente cambiare la vita di qualcuno che viene a lezione da te e questo dipenderà dalla tua chiarezza interiore, dal tuo non cedere neanche di un millimetro all’ignoranza e avere ben chiaro il fine ultimo, il porre fine all’illusione. 

In quei momenti le parole, se necessarie, fluiranno da sole e arriveranno dritte al Cuore di chi può ascoltare, per il resto più resterai leggero e più le cose fluiranno nel verso giusto.

 

Un abbraccio e tanta gioia.

 

Claudio.

 

LO YOGA è Abilita’ Nell’azione – Laboratorio 16 Novembre

Laboratorio di Yoga per un approccio alla Vita pieno di Armonia

abilità-azione-yoga-seminario-ragazzo-salta-rocce-tramonto

Courage man jump through the gap between hill ,Business concept idea

Pensi di essere troppo avanti negli anni per fare Yoga? Mai come Domenico che iniziò a 92 anni ed ebbe dei risultati meravigliosi.

Hai sempre poco tempo per te e credi che questo ti impedisca di poter fare Yoga? Se hai tempo per usare Facebook puoi sicuramente trovare tempo per fare Yoga.

Come ti comporti quando un evento imprevisto scuote la tua esistenza? Ti disperi e ti lasci travolgere oppure prendi in mano la situazione ed agisci in modo costruttivo?

E come la mettiamo con la mente? Sei dipendente dai pensieri o li puoi lasciare da parte? Se non sei in grado di controllare la tua mente, sappi che sicuramente lei controlla te, valuta bene.

Se vuoi che la tua esistenza sia piena di libertà e leggerezza sostenuta dalla pratica dello Yoga antico tradizionale ti aspettiamo per scoprire la tua Vera Natura attraverso esercizi mirati come il Saluto al sole, attraverso POSIZIONI YOGA e tecniche respiratorie per il controllo della Forza Vitale, Pranayama.

Per finire un piacevolissimo rilassamento guidato, Yoga Nidra, per sprofondare in un mare di dolcezza.

Vicenza, 16 Novembre 2019 dalle 9.00 alle 12.30
LABORATORIO SOLO SU PRENOTAZIONE, A PAGAMENTO.

Verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

AFFRONTA L’ANSIA E LO STRESS CON LO YOGA

LO YOGA HA AIUTATO MOLTI A GESTIRE ANSIA E STRESS E PUÒ AIUTARE ANCHE TE

 

 

L’ansia e lo stress stanno diventando sempre più una condizione diffusa nella maggior parte delle persone.

 

Questo avviene perchè quasi tutti viviamo costantemente in lotta con il tempo, con i conflitti, con le speranze, con le paure, con i desideri nei confronti dei quali non ci riteniamo sufficientemente capaci di reagire e il risultato è un dilagante malessere che ci attanaglia.

 

All’inizio si manifesta un senso di fastidio al petto, come se mancasse l’aria, e poi se non si corre velocemente ai ripari dilaga con segnali sempre più evidenti ed importanti come un senso di vuoto mentale, un senso crescente di allarme e di pericolo, l’induzione di immagini, ricordi e pensieri negativi, la sensazione marcata di essere osservati e di essere al centro dell’attenzione altrui. 

 

Ti è mai successo? Niente paura, qui sotto spiego come lo Yoga può, davvero, essere la soluzione definitiva che fa al caso tuo

 

Disturbi come palpitazioni, nausea, dolori addominali, tremori e sudorazione, sensazione di mancanza di respiro, pressione toracica sono campanelli d’allarme da non trascurare e, ormai, da curare in modo efficace ed intelligente.

 

Ben lungi dal sostituirci alle cure mediche ufficiali, se necessarie, possiamo però cercare di capire il motivo scatenante che ha permesso che insorgessero queste condizioni così impegnative. 

 

L’occuparci del sintomo senza sviscerare la causa permetterà solo un lieve beneficio temporaneo e non idoneo alla guarigione. 

 

Se valutiamo attentamente scopriamo che la causa principale è l’agitazione mentale, come abbiamo già detto altre volte devi essere in grado di controllare la tua mente, o  lei controllerà te, semplice. 

 

“Si, semplice, ma come ne vengo fuori?” dirai tu. 

 

Se sei disposta a rinunciare a quello che ha innescato questo processo siamo già sulla buona strada.

 

  • Capito cosa intendo? 
  • Sei disposta a mettere da parte snervanti relazioni che non ti hanno mai portato neanche un po’ di felicità? 
  • Sei disposta a rinunciare a desideri esagerati che promettono grandi risultati e invece seminano tempesta? 
  • Hai il coraggio di guardarti dentro e vedere che sei una persona meravigliosa e che stai facendo sempre del tuo meglio?
  •  Ti rendi conto che se provi a farlo cominci a vivere la tua esistenza in modo più armonico e leggero? 

 

Bene, brava.

E adesso veniamo a quello che di meraviglioso può risultare nel valutare lo Yoga in riferimento a questi stati alterati di mente. 

 

Cominciando, possiamo dire che da millenni lo Yoga si è sempre occupato di proporre tecniche mirate e sempre validissime anche ai giorni nostri che permettano uno sviluppo naturale dell’essere umano a livello fisico, mentale e spirituale. 

 

Anche se la parola spirituale è spesso associata a religione, nello Yoga non è così, perlomeno per quello che proponiamo noi a Ganapati scuola di Yoga di Vicenza. 

 

Lo Spirito, l’Infinito, l’Assoluto, il Senza Tempo sono concetti di vastità che non si riferiscono a niente e a nessuno in particolare con l’intenzione di lasciar cadere tutte quelle congetture che ci legano ai concetti mentali inutilmente.

 

Le proposte che lo Yoga ci offre sono mirate ad un grado di Consapevolezza maggiore, a diventare abili nell’ascoltare il proprio Cuore piuttosto che la mente, che è descritta negli antichi testi come una scimmia pazza, che salta da un ramo ad un altro senza mai trovare pace. 

 

Le tecniche sono molteplici e a volte strane, strane solo fino a quando ci prendiamo la briga di valutarle senza preconcetti. 

 

Esercizi dinamici per risvegliare la flessibilità e la forza, posizioni statiche per visitare grandi spazi all’interno, tecniche respiratorie per rallentare l’attività mentale sono solo alcuni degli esempi che lo Yoga propone come possibilità di valutare quello che siamo veramente e non credere a quello che immaginiamo di essere.

 

Nella pratica si sviluppano delle modalità di attenzione che portano poi valore a quella che è la vita di tutti i giorni per poter fluire liberi nell’Esistenza.

 

….. e l’ansia sarà solo un lontano ricordo.

 

Un abbraccio e tanta gioia,

 

Claudio.