NON SOTTOVALUTARE LA QUALITÀ DELLO YOGA

Come scegliere il giusto percorso valutandone il valore.

 

 

Vorrei risparmiarti spiacevoli inconvenienti come:

  • perdere di vista il vero Valore dello Yoga;
  • illuderti con obiettivi poco realistici.

Oltre al rischio di:

  • spreco di tempo prezioso;
  • farti male.

Questo è sicuramente l’articolo più impegnativo che ho scritto fino ad oggi perché riguarda una questione di vitale importanza:

 

qual è il valore che dobbiamo dare allo Yoga?

 

La pratica e l’insegnamento dello Yoga dovrebbero andare di pari passo, perché è un’arte che richiede esperienza diretta e prolungata prima di essere proposta agli altri, ma purtroppo non sempre è così.

L’insegnamento è una attività di grande importanza su tutti i livelli perché, da questo approccio, si percepirà il vero valore di quello che si impara.

Sinceramente non ho mai avuto interesse nell’insegnamento dello Yoga.

“Ma come?” ti chiederai (giustamente) tu.

Più di 20 anni fa, alcuni amici che mi vedevano praticare l’Hatha Yoga da solo (con molto impegno) mi chiesero di cominciare ad insegnarglielo perché poteva essere utile a loro e ad altri. 

Così mi trovai (non da subito) ad intraprendere questa nuova attività e cominciai a seguire delle piccole classi di persone che volevano imparare questa antica disciplina evolutiva che arriva dalla Madre India. 

E da lì compresi l’importanza del percorso che avrei seguito.

Le lezioni si fecero sempre più delineate e mirate al raggiungimento dell’obiettivo che mi ero posto:

 

tramandare ai miei allievi un’alta qualità dell’insegnamento

 

Ci tengo a sottolinearlo perché è una delle idee su cui ho fondato Ganapati scuola di Yoga.

Nel 2006 ho incontrato quello che tutt’ora è il mio Maestro di Yoga, Walter Thirak Ruta.

L’insegnamento che ognuno poteva trarre era:

 

Il valore aggiunto di un bravo insegnante è proprio insegnare ciò che si è piuttosto di ciò che si è imparato. 

 

E’ una grande responsabilità essere di fronte a delle persone e rimanere te stesso, senza fingere, senza fare la parte del Maestro, parola importante ma pesante da sentirsi addosso. 

Li sei nudo, sei giudicato, tutti si aspettano grandi cose da te, grandi soluzioni, e lì deve scattare qualcosa, altrimenti quello che proponi sarà senza gusto, senza Valore, senza Anima.

 

La peggiore cosa per un insegnante è non metterci l’Anima!

 

Dal luogo in cui ti trovi puoi veramente cambiare la vita di qualcuno che viene a lezione da te e questo dipenderà dalla tua chiarezza interiore, dal tuo non cedere neanche di un millimetro all’ignoranza e avere ben chiaro il fine ultimo, il porre fine all’illusione. 

In quei momenti le parole, se necessarie, fluiranno da sole e arriveranno dritte al Cuore di chi può ascoltare, per il resto più resterai leggero e più le cose fluiranno nel verso giusto.

 

Un abbraccio e tanta gioia.

 

Claudio.

 

Non distrarti, NON DISTRARTI

Lo Yoga è l’arte di fluire liberi nell’Esistenza

 

Bella domanda, che cos’è lo Yoga?

 

Hai mai ascoltato il silenzio del mare? 

Hai mai visto i colori del tramonto quando si è spento? 

Ti sei mai fuso, anche solo una volta, nella maestosità del volto di un bambino? 

Continua a leggere

UNA VITA DEGNA DI ESSERE VISSUTA 

Nel 2008, dopo venticinque anni di pratica e dieci d’insegnamento, ho seguito il consiglio di chi mi vuole bene e ho creato una mia scuola di Yoga a Vicenza.

 

All’epoca erano veramente in pochi a diffondere questa antichissima disciplina indiana e per lo più erano insegnanti che inserivano il loro programma all’interno di palestre specializzate in altri ambiti.

Continua a leggere

YOGA: LE FORME DELLA NATURA 

Le origini e la modalità per fare Yoga.

 

Si narra che nella notte dei tempi, quando le divinità abitavano la terra, Shiva, l’aspetto divino che distrugge l’ignoranza, elaborò alcune posizioni Yoga ed altri insegnamenti profondi sull’emancipazione dall’ignoranza della natura dell’Infinito esponendoli poi alla sua consorte Parvati nei giardini della loro dimora. 

 

Matsyendra, il saggio primordiale con la forma di un pesce che visitava spesso i laghetti all’interno dei giardini di Shiva, apprese di nascosto gli insegnamenti segreti e per il bene di tutta l’umanità cominciò ad insegnarli ai suoi allievi e gli allievi ai propri allievi fino ad arrivare ai nostri giorni. Continua a leggere

LE POSIZIONI YOGA TI AIUTANO A STARE BENE

Come le posizioni Yoga sostengono le tue difficoltà.

 

Spesso le persone mi chiedono:

 

“Claudio, ho mal di schiena, posso fare Yoga? Ci sono delle posizioni Yoga che mi possono aiutare?”

“Cosa significa: posso fare Yoga? 

Continua a leggere

A COSA SERVE LO YOGA?

Sei sicuro di voler sapere a cosa serve lo Yoga?

 

Scusa se inizio in un modo così inusuale, ma lo Yoga è una cosa seria, nel senso che si riconosce subito una persona che pratica Yoga perché… RIDE

 

Allora in pratica a cosa serve lo Yoga?

 

Yoga è una parola della lingua sanscrita, nell’antichità chiamata Devanagari, che significa Unione.

 

Continua a leggere

COME INIZIARE A FARE YOGA

Quello che ti è utile sapere per iniziare praticare Yoga.

 

Come iniziare a fare Yoga è sicuramente un enigma perché gli approcci possono essere tantissimi ed infinite le varietà. 

 

Ma posso descriverti come ho iniziato.

 

Nel  1983 mio padre una sera arrivò a casa con un volantino di presentazione di una scuola di Yoga in una cittadina vicino a dove abitavo, nell’alto vicentino, e mi disse: 

 

“Ecco, tu che ti interessi di queste cose strane, qua c’è qualcosa che, forse, può fare al caso tuo”.

Continua a leggere